Frutti di pace e di cooperazione

La rinascita dopo il conflitto: una bella esperienza di economia solidale. Nel 2003 a Bratunac nasce la cooperativa Insieme, nel territorio di Srebrenica dove la guerra di Bosnia ha colpito più duramente. I Soci sono soprattutto donne, che hanno dimostrato che si può ricostruire una comunità divisa dalla guerra. Si chiamano Beba, Rada, Maya, Nermina … Cercare di dividerle in serbe-ortodosse o musulmane è assurdo. Sono operaie, agronome e contadine. Vogliono vivere dove sono nate, le une accanto alle altre, com’è sempre stato nei ricordi e nelle memorie tramandate, valorizzando il loro territorio e le produzioni locali, soprattutto frutti di bosco. Dalla coltivazione di questi frutti “sbocciano” prodotti speciali, i “Frutti di Pace” e la voglia di condividere queste esperienza con due percorsi didattici dedicati. [Goal 16 SDGs dall’Agenda Globale 2030 per lo Sviluppo Sostenibile – PACE, GIUSTIZIA E ISTITUZIONI SOLIDE]

Obiettivi: sviluppare la consapevolezza che la reciprocità è la base di ogni rapporto autentico tra persone, gruppi, etnie, popoli; approfondire le pratiche di democrazia partecipata ed esperienze positive di cooperazione internazionale; introdurre il concetto di economia solidale.

21. FRUTTI DI PACE

Durata: due incontri di due ore ciascuno, di cui il secondo presso il punto vendita Coop.

Destinatari: alunni/e dai 6 ai 9 anni.

Attraverso la narrazione di una fiaba e l’utilizzo di materiali strutturati e giochi, cercheremo di dare risposta insieme alle domande: come si costruisce la pace? Che cos’è un conflitto? È possibile ripartire insieme dopo un litigio? E dopo una grande guerra? La spesa simulata a punto vendita ci permetterà di scoprire se, dietro ai prodotti sugli scaffali, è possibile che si nascondano storie di pace e di cooperazione.

Nessun approfondimento.

22. sCAMBIANDO IL MONDO

Durata: due incontri di due ore ciascuno, di cui il secondo presso il punto vendita Coop.

Destinatari: alunni/e dai 10 ai 13 anni.

In questo percorso il valore della cultura della pace è messo in primo piano soprattutto per la potenzialità di generare comportamenti solidali e cooperativi, fondamentali a costruire uno sviluppo comune a beneficio di tutti.
Giochi di ruolo e simulazione per sviluppare insieme strategie di conciliazione. Durante l’incontro al supermercato gli alunni saranno coinvolti nella ricerca di prodotti che raccontino esperienze di commercio etico.
“Puntare sulla qualità dei nostri prodotti ci rende orgogliose del nostro lavoro e ci restituisce fiducia nel futuro” (una socia della Cooperativa Insieme).

Nessun approfondimento.

Nessun approfondimento.

Scopri altri percorsi

Animazione zero: I prodotti parlano

01. #ambientefuturo, lo spazio intorno noi

02. Il mondo è bello perché è vario: Storie dall’orto

03. Il mondo è bello perché è vario: Dal piatto al campo

04. Quello che mangio, cambia il mondo?

05. Occhio al consumo: Robinson

06. Occhio al consumo: Un benessere senza spreco

07. Occhio al consumo: Diamo all’ambiente una nuova impronta

08. Occhio al consumo: Non friggiamo l’ambiente!

09. Il futuro dell’acqua: Acqua di casa mia

10. Il futuro dell’acqua: Acqua risorsa e diritto

11. Il progresso inconsapevole

12. Viaggiatori responsabili

13. Sale, aceto, zucchero e cannella

14. Il piacere di mangiare sano

15. Alimenta il tuo benessere

16. A tutta birra!

17. Lavoro, Etica, Legalità: Le mani in pasta

18. Lavoro, Etica, Legalità: Buoni e giusti

19. Cibi in viaggio: Piatto unico

20. Cibi in viaggio: Buono da mangiare

21. Frutti di pace e di cooperazione: Frutti di pace

22. Frutti di pace e di cooperazione: sCambiando il mondo

23. A scuola di cooperazione: Giocooperiamo

24. Cooperare per una cittadinanza attiva

25. A scuola di cooperazione: Bellacoopia


Coop Lombardia

2019-08-19T15:30:24+01:00